Loading
--------------

Usi e proprietà del sale

Sale.Elemento di fondamentale importanza nel regime alimentare, al punto da essere stato molteplici volte una vera e propria risorsa economica sfruttata da chi aveva la fortuna di possederne in cospicue quantità.

Il sale è uno degli elementi più discutibili che si possano trovare su una tavola imbandita: c'è chi sostiene apertamente che il suo consumo sia nocivo e controproducente per diversi aspetti, che cercheremo di identificare meglio con un rapido approfondimento.

 

Prima di tutto, il fenomeno dell'ipertensione arteriosa: individui che soffrono di sbalzi di pressione frequenti vengono in genere avvertiti di non esagerare con le dosi, in quanto ne comprometterebbe la corretta gestione e potrebbero contrarre complicazioni di carattere cardiovascolare.

 

Allo stesso modo però, dosi minime se non assenti di sale nel proprio regime alimentare sono da intendere come dannose per il proprio organismo.

La precisa quantità da assumere non è definibile per ovvie ragioni fra cui rientrano il clima a cui il soggetto è sottoposto e la quantità di moto che contraddistingue le sue giornate: diffidare quindi da diete pre-confezionate che suggeriscono una dose fissa quotidiana, in quanto non vi è certezza che possa essere effettivamente corretta o meno.

Altro mito da sfatare è la propensione ad accumulare peso che il consumo di sale dovrebbe incentivare: non solo il cloruro di sodio rappresenta uno dei pochi alimenti acalorici (cioè privi di apporto), ma sono proprio tali proprietà che lo rendono un condimento certamente più versatile di altri come accade per la varietà d'olio.

In definitiva, non è consigliato estraniarlo dalla propria dieta e tanto più abusarne con le dosi: come insegna un vecchio principio applicabile per praticamente ogni alimento, la via di mezzo è sempre quella più equilibrata.