Loading
--------------

Olio: tipologie e proprietà

Olio da cucina.L'olio da cucina è probabilmente il tipo di condimento più utilizzato al mondo: presente in diverse forme e varietà, cerchiamo di distinguere le sue proprietà benefiche in base alla tipologia presa in esame.

Quando si parla di olio e benessere viene spontaneo pensare all'olio extravergine d'oliva, in quanto è l'unico tra tali prodotti a non essere manipolato in alcun modo tramite l'ausilio di sostanze ed additivi chimici: ottenuto con la sola tecnica della pressione, si presenta ricco di vitamine fra cui A, D ed E annoverando quindi fra le sue proprietà principali quella antiossidante.

Il composto si basa principalmente sulla presenza di acidi grassi monoinsaturi, ma vi troviamo anche elementi come beta-carotene e grasso linoleico. Inutile quindi dire che è una mistura notevolmente benefica per l'organismo, in quanto incentivo naturale alla depurazione dal colesterolo in eccesso e protezione contro problemi di carattere cardiovascolare.

Da qui in poi bisognerà prendere in considerazione prodotti di accertata qualità, perchè in caso contrario ogni paragone con la sopracitata tipologia sarebbe inutile e controproducente.

L'olio di semi di mais, meglio se in forma biologica, costituisce una delle varianti meno ricche di proteine e quindi adatta a persone che soffrono di determinati disturbi tra cui eccesso di acido urico: non manca invece il ferro, integrandosi perfettamente in una dieta ove ne è prevista l'assunzione.

L'olio di arachidi fornisce un cospicuo apporto di vitamina E, non distinguendosi particolarmente dalla prima tipologia trattata: la sua composizione lo rende particolarmente adatto nelle fritture.

Al contrario, per tali procedure si sconsiglia l'olio di semi di girasole in quanto molto più versatile se usato come condimento crudo per la presenza di acidi grassi polinsaturi.