Loading
--------------

Cipolla: curiosità ed apporto nutrizionale

Cipolla.Esponente della famiglia delle liliacee, la cipolla è uno di quegli alimenti la cui reputazione genera spesso pareri discordanti: chi non potrebbe farne a meno, chi non sopporta minimamente la sua presenza in un qualsiasi piatto culinario.

Tralasciando motivi legati prettamente a gusti personali, la cipolla si presenta come un ottimo condimento nonchè base ideale per alcune ricette, oltre a prestarsi benissimo ad essere consumata in seguito ad un lieve processo di cottura: fortuna vuole che possa vantare anche numerose proprietà benefiche.

Il valore nutritivo della cipolla è piuttosto elevato grazie alla presenza di elementi come sali minerali e vitamine appartenenti a diversi gruppi, fra cui spicca di sicuro la C.

Svolge inoltre una naturale funzione di supporto per l'intestino ed in particolare durante il processo digestivo in casi di metabolismo pigro: la presenza di oligoelementi come potassio, magnesio e fosforo favoriscono un'azione diuretica complice anche una riserva non indifferente di flavonoidi.

Molto meno risaputo, la cipolla ha anche impieghi in campo terapeutico viste le sue proprietà antibatteriche ed antisettiche: stimola inoltre il contenimento di fenomeni d'infiammazione localizzata tramite il semplice contatto col proprio succo.

I diversi modi in cui si presta all'arte culinaria ne modificano parzialmente le peculiarità: la cipolla cotta è un ottimo rimedio per chi soffre di problemi a livello intestinale e sicuramente più tollerabile rispetto alla sua controparte servita cruda.

In particolare, il bulbo è ricco di ipoglicemizzanti che aiutano ad abbassare il livello di glucosio nel sangue del soggetto, tenendo sotto controllo l'insulina.