Loading
--------------

Zucca: caratteristiche ed apporto

Zucca.Classificato come ortaggio più grande presente in natura, la zucca è sicuramente sottovalutata dal punto di vista nutrizionale e non è largamente impiegata in ambito culinario: ciò finisce per oscurare in parte le sue molteplici proprietà benefiche.

I vantaggi che ne derivano sono evidenti già dal periodo della coltivazione: è infatti una pianta molto resistente, in grado di auto-gestire i propri bisogni e lasciando quindi molta libertà al coltivatore qualora ci trovassimo in presenza di terreno fertile.

L'apporto calorico non è altissimo, particolare che la rende ideale da integrare in praticamente ogni regime alimentare equilibrato.

Come accade per la carota, la colorazione della zucca è da ricondurre ad una forte presenza di beta-carotene e tanto più si avrà un colore vivo ed intenso, tanto più sarà riconducibile ad una maggior presenza di tale elemento nell'ortaggio.

Le molecole di beta-carotene sono un eccellente rimedio all'invecchiamento precoce del proprio organismo, oltre che stimolanti per lo sviluppo di capacità sensoriali fra cui spicca per fama quella visiva.

La zucca è inoltre ricca di sostanze minerali fra cui annoveriamo calcio, fosforo, rame, magnesio, zinco e potassio: modesto è invece l'apporto di fibre accompagnato però dalla numerosa presenza di aminoacidi come nel caso dell'acido aspartico.

Il beta-carotene sopracitato svolge una naturale azione contrastante nei confronti dei radicali liberi, oltre che risultare anti-infiammatorio e ricco di principi antiossidanti grazie all'apporto congiunto dei minerali descritti in precedenza.

Per chi soffre di problemi di carattere diuretico o necessita di un processo distensivo a causa di disfunzioni intestinali, la zucca è probabilmente una scelta saggia e da prendere seriamente in considerazione anche come alimento non saltuario.